Guy Poblome – Fa freddo

#

Dopamina serotonina, noradrenalina, testosterone, estrogeni, ossitocina, vasopressina, ecco gli ormoni che comandano il nostro cervello. Attraverso le sostanze chimiche si cerca di risvegliare o anestetizzare il nostro cervello. A dire il vero, questo esiste dalla notte dei tempi. La sostanza usata nel trattamento dello stress post-traumatico che Max Bouche ci presenta ha questo di particolare: essa non cancella l’evento traumatico dalla memoria, ma ne attenua gli effetti di angoscia. Permette di avvicinarsi al reale dell’evento, della causa, senza subirne gli effetti.

Questa sostanza è stata utilizzata in modo massiccio dopo la guerra del Vietnam per tentare di arrestare l’epidemia di suicidi fra i soldati ritornati a casa: 60.000 suicidi contro 50.000 uccisi in guerra. Alan Rowan ci mostra che oggi l’epidemia si serve del farmaco: nel 2017 gli Stati Uniti hanno pianto 72.000 decessi per overdose da farmaci analgesici prescritti. Fa gelare il sangue.  

Ciò che Lacan ci dice a proposito della causa nel Seminario XI rileva di una realtà appesantita del reale:  la causa «si distingue da quel che c’è di determinante in una catena, in altri termini dalla legge. (…) c’è causa solo di ciò che zoppica» [1]. L’inconscio non si riduce al sapere, all’automaton, ma è anche incontro, contingenza, tuché. Il sapere scientifico vuole nasconderlo nella volontà di non volerne sapere niente.

Adele Succetti riscalda un po’ per noi l’atmosfera grazie ad un programma televisivo chiamato Superbrain, in cui alcune persone mostrano le loro straordinarie capacità mentali, come degli animali da fiera. Dal modo in cui questi super-cervelli si presentano sembra che abbiano un «cervello freddo». Ma fortunatamente alcune manifestazioni del desiderio rendono la trasmissione un po’ più glamour, affinché si possa vendere. Non posso impedirmi di ricordare che uno dei leader di un partito populista e nazionalista che fa parte del governo in Belgio ha conosciuto un successo folgorante proprio dopo la partecipazione ad una trasmissione televisiva che si chiama De slimste mens ter wereld, «La persona più intelligente del mondo». Ho di nuovo i brividi. 

Traduzione di Marianna Matteoni

[1] Lacan J., Il Seminario. Libro XI. I quattro concetti fondamentali della psicoanalisi, Einaudi, Torino 2003, p. 23.

Print Friendly, PDF & Email

This post is also available in: Francese Inglese Spagnolo